11 regali per un’amica che ama l’arancione

Caro Lettore, arancione è un colore vitaminico, portatore di euforia e perfetto sia per l’inverno sia per l’estate.
Arancione come le divise nella serie tv Orange Is the New Black, i pom pom di Pennywise nel film IT, i capelli di Grace Coddington, l’abito di Louis Vuitton di Michelle Williams agli Oscar 2012, il cappotto indossata Audrey Hepburn in Colazione da Tiffany, il faro nella scena del film Moonrise Kingdom e uno scatto di David LaChapelle del 2002.
Un’ode a questo colore che ho riassunto in 11 regali da fare a un’amica che lo ama proprio come me.

arancione-estate-20151. Gonna, anni Settanta, con tasche anteriori di Zara

2. Rossetto di Topshop

3. Orologio digitale arancione di Casio

4. Bikini di Tory Burch (per una panoramica sui costumi estate 2015, puoi leggere qui)

5. Top con volant anteriore di Zara

6. Grace: A Memoir di Grace Coddington

7. Slipper in suede di Charlotte Olympia

8. Shorts di Zara

9. Sandalo in gomma di Glitter Room

10. Abito a ruota senza maniche di H&M

11. Giacca piqué di Zara

Valinautoironica

TAGS

Stella McCartney e Zara migliori amici mai?

Caro Lettore,
dopo l’ultimo post dedicato a Chloé e Zara, sono tornata alla ricerca di somiglianze tra un capo low cost con quello di un brand di lusso.
Tra le tendenze di questa estate ci sono loro, i pantaloni morbidi (culotte, alle caviglie, cropped, a vita alta). E così inaspettatamente li ho trovati modello culotte, il primo paio appartiene a Stella McCartney e il secondo a Zara.

pantaloni-estate-2015Stella McCartney li propone bouclé e a vita alta mentre quelli di Zara sono blu marino, molto ampi e plissettati come quelli di Stella. Il prezzo come sempre lontano anni luce (720 euro i primi e 39,95 euro i secondi). Non ti sembrano quasi identici?
Valinautoironica

TAGS

Tre film ambientati negli anni Sessanta in onore di Mad Men

Caro Lettore,
per questo venerdì ho deciso, in onore della puntata finale di Mad Men in onda domenica su AMC, di scegliere tre film ambientati negli anni Sessanta proprio come la serie che, dal 2007, ci ha fatto innamorare per stile, personaggi, campagne pubblicitarie, vicende storiche importanti e abiti floreali. Ci mancherà tantissimo!

Ho scelto un super classico e on the road per antonomasia che avrai sicuramente visto. Mi riferisco a Easy Rider che ho guardato solo un anno fa e che ha consacrato Jack Nicholson come uno dei miei attori preferiti. Gli altri due sono un musical super divertente e una commedia colorata dalle sfumature romantiche. Let’s start.

Hairspray
Hairspray
Easy Rider
Easy Rider
Abbasso l amore
Abbasso l’amore

Hairspray di Adam Shankman (2007) perché è strabiliante e lo dico pur non essendo una fan dei musical. John Travolta nelle vesti di Edna è qualcosa di indescrivibile, balla e canta indossando abiti che mostrano la silhouette curvy tanto cara al personaggio. Ambientato a Baltimora nel 1962, è il remake del film di John Waters del 1988.

Easy Rider di Dennis Hopper (1969) perché è il ritratto del mondo hippie degli anni Sessanta. Trasuda libertà. Un viaggio in giro per gli Stati Uniti, dalla California alla Louisiana a bordo di due chopper. E Jack, con la sua bottiglietta e il suo completo chic, è un avvocato indimenticabile. Tutta la colonna sonora è anni Sessanta.

Abbasso l’amore di Peyton Reed (2003) perché ricorda Sandra Dee. Siamo a New York nel 1962 e Barbara è una scrittrice femminista che non crede l’amore e proprio di questo parla il suo libro. L’incontro con Catcher metterà in discussione tutta la sua vita. Renée Zellweger indossa abiti “pastellosi”, stampe vichy e capelli graziosi. Da vedere.

Per film ambientati negli anni Novanta clicca qui e qui, Ottanta qua.
Se sei un fan di Mad Men, segui i suoi attori su Instagram!
Valinautoironica

TAGS

Chloé e Zara migliori amici mai?

Caro Lettore,
sono entrambi morbidi, svolazzanti, estivi e con bretelline sottili. Per la rubrica Migliori amici mai? sono tornata su Chloé e Zara presentandoti un confronto che, se cerchiamo di non essere troppo fiscali e puntigliose, non denota grosse differenze soprattutto se siamo alla ricerca di una valida alternativa al vestito più costoso. Sono due abiti lunghi, senza maniche, molto ampi soprattutto il modello di Chloé.

abiti lunghi estate 2015Il primo è giallo e in silk-georgette e rappresenta uno degli abiti più desiderati della collezione Primavera Estate 2015 di Chloé mentre il secondo è color senape con scollo a V, più corto nella parte posteriore. I prezzi? Sono lontani anni luce.
Valinautoironica

Se hai voglia di scoprire le tendenze di questa estate ti consiglio la lettura di questo post.

TAGS

Tre film sulla mamma da vedere anche se non dovesse piovere questo week-end

Caro Lettore,
domenica è Festa della Mamma (qui puoi leggere il post dedicato ai regali) e non potevo non dedicare la rubrica dei Tre Film a una figura così importante. Oltre ai film qui sotto aggiungo: Juno, Dumbo, La prima cosa bella, La ciociara, Erin Brockovich, Changeling, Fightplan e In fondo al cuore con Michelle Pfeiffer. Let’s start.

qui dove batte il cuore
Qui dove batte il cuore
Sirene
Sirene
E ora parliamo di Kevin
… e ora parliamo di Kevin

Qui dove batte il cuore di Matt Williams (2000) perché quando penso a questo film, la prima cosa che mi viene in mente è Natalie Portman incinta (Novalee) che trascorre le sue giornate vivendo nel supermercato. La storia è molto bella, a tratti romantica. Nel film ci sono ben due mamme nubili: Novalee e Lexie (Ashley Judd) di quattro.

Sirene di Richard Benjamin (1999) perché è un film che rivedrei milioni di volte. Stile molto anni Novanta e uscito in un periodo in cui Winona Ryder iniziava a vincere i suoi primi premi. Chi non ha visto questo film deve rimediare immediatamente.
Te ne avevo già parlato in Nove film sulle donne da vedere l’8 marzo.

… e ora parliamo di Kevin di Lynne Ramsay (2011) perché non è un film come tutti gli altri. Non aspettarti né un romantico né una commedia, diciamo che è un film non adatto ai deboli di cuore perché quello che c’è tra Eva e Kevin non è il classico rapporto madre-figlio. Kevin è complicato e sin da bambino ha un rapporto estremamente conflittuale con Eva. La sfida, la provoca fino ad arrivare al gesto estremo di pianificare e commettere una strage scolastica e… Meglio se non lo scrivo, non voglio rovinarti la sorpresa. Tilda Swinton e Ezra Miller (Another Happy Day e Noi siamo Infinito) sono straordinari e li ritroveremo insieme, a settembre, nel film Un disastro di ragazza.

Enjoy the movie e buona Festa della Mamma!
Valina

TAGS

Tre film sul lavoro da vedere anche se non dovesse piovere questo week-end

Caro Lettore,
in occasione del Primo Maggio ho rispolverato qualche vecchio movie, della rubrica dei Tre film del venerdì, dedicati al mondo del lavoro. Ho scoperto di averne inseriti molti che avevo però destinato ad altre categorie. Ti consiglio inoltre il classico e britannico Full Monty, l’italianissimi Tutta la vita davanti e C’è chi dice no e una veloce lettura di I 15 film che raccontano il mondo del lavoro oggi e di Dieci film sul lavoro: da “Tempi moderni” di Chaplin a “Smetto quando voglio”.
Let’s start.

L'intrepido
L’intrepido
due giorni una notte
Due giorni, una notte
we want sex
We Want Sex

L’intrepido di Gianni Amelio (2013) perché non mostra solo un’affascinante Milano notturna ma il talento di Antonio Albanese. Antonio Pane è un uomo buono che non conosce la paura. Senza troppe aspettative, ha deciso di fare un lavoro particolare: il rimpiazzo, quello che sostituisce lavoratori di qualsiasi tipo che si assentano per i più svariati motivi temporaneamente dal posto di lavoro.
Te ne avevo parlato in Tre film ambientati a Milano.

Due giorni, una notte di Jean-Pierre e Luc Dardenne (2014) perché è la storia di Sandra (Marion Cotillard candidata agli Oscar per questo ruolo) che dovrà convincere tutti i suoi colleghi a votare a favore del mantenimento del suo posto di lavoro in azienda. Ci riuscirà?
Te ne avevo parlato in Tre film candidati agli Oscar 2015.

We Want Sex di Nigel Cole (2010) perché è una pellicola in cui le donne lottano contro la discriminazione sessuale e le condizioni precarie in cui sono costrette a lavorare. Ispirato a una storia vera, nel cast anche Rosamund Pike, recentemente nominata per Gone Girl.
Te ne avevo parlato in Tre film sulle donne.

Enjoy the movie!
Valinautoironica

TAGS

10 regali per la Festa della Mamma

Caro Lettore,
mi sono immaginata varie tipologie di mamma. Ho pensato a una donna che ama la tecnologia e il suo telefono, dal quale legge notizie e curiosità, motivo per cui ho scelto la novità di Ikea: il caricabatteria wireless. Ho pensato a una mamma che ama leggere romanzi gialli e guardare dvd di ultima uscita e che adora abbronzarsi in terrazza, al mare e in piscina. Ho pensato a una mamma che ama i dettagli e che cura con amore la sua casa che riempie di articoli ricercati e originali, per questo ho scelto la Lettera Metalvetica di Seletti. Infine ho pensato a una donna che adora servire coffee and tea in vassoi che non vogliono prendersi troppo sul serio mentre indossa un pull cropped in cotone, dell’ultimissima collezione di Mango. A volte la memoria le gioca qualche brutto scherzo ma lei è previdente e segna tutto sulla memoboard di sughero di Urban Outfitters.

regali per la Festa della Mamma

1. Asciugamano a righe bicolori e multicolori di Zara Beachwear.

2. Pullover cropped in cotone di Mango Premium.

3. Vassoi colorati di Tiger (disponibili in negozio).

4. Sangue e neve, ultimo lavoro di Jo Nesbø.

5. Lettera M di mamma (altezza 35 cm) di Seletti (per altre idee regalo su lettere decorative e stelle, leggi il mio ultimo post su Valinapostit).

6. Memoboard in sughero di Urban Outfitters.

7. Caricabatteria wireless e base singola di ricarica bianca di Ikea.

8. Ventilatore da spiaggia di Sunnylife su Asos.

9. La Teoria Del Tutto e Amore, Cucina e Curry (del primo te ne avevo parlato qui).

10. Borsa in iuta con manici lunghi di H&M.

Valinautoironica

TAGS

Tre film che mettono di buonumore da vedere nel week-end

Caro Lettore,
appartengono alla categoria del buonumore tutte quelle commedie che non vogliono prendersi troppo sul serio, che fanno ridere, che hanno una storia a lieto fine o che fanno sognare. Sono film come Dirty Dancing, Una settimana da Dio, Up, 50 volte il primo bacio con attori come Ben Stiller, Adam Sandler, Owen Wilson, Vince Vaughn, Jim Carrey, Steve Carell. Alcuni di loro sono proprio i protagonisti della lista I film che mettono di buonumore di Claudia Ricifari a cui puoi attingere nel caso in cui le mie proposte non ti dovessero bastare. Let’s start.

Insieme per forza
Insieme per forza
Little Miss Sunshine
Little Miss Sunshine
Yes man
Yes Man

Insieme per forza di Frank Coraci (2014) perché Adam Sandler e Drew Barrymore sono una coppia che mi piace vedere insieme (questo è il loro terzo film). Una storia divertente di due genitori soli con figli che il destino vuol fare incontrare e far innamorare proprio durante un assurdo soggiorno in Africa.

Little Miss Sunshine di Jonathan Dayton e Valerie Faris (2006) perché tutte le volte che lo guardo mi sento bene, non fa lo stesso effetto anche a te? Te ne avevo già parlato qua.

Yes Man di Peyton Reed (2006) perché la storia di Carl piace perché tutti almeno una volta nella vita avremmo voluto dire di sì a ogni occasione e opportunità, festa e appuntamento senza troppi pensieri. Jim Carrey è questo film e The Truman Show.

Enjoy the movie con il sorriso!
Valinautoironica

TAGS

7 regali per un’amica che ama la colazione

Caro Lettore,
ho dedicato molti post alle tazze e devo ammettere che cercarle di alternative e particolari è sempre stato molto divertente (se vuoi rivedere due degli articoli più anziani clicca qui e qui).
La colazione è uno dei momenti più amati della giornata dove è possibile, quando possiamo e vogliamo, gustarci il cibo del buongiorno: una brioche dorata che ispirò Charlotte Olympia nella realizzazione della famosa clutch mezzaluna.

Ho deciso, dopo aver subito l’influenza di molte youtuber dedite a registrare video sulle loro tazze storiche e non (vedi quello di Teaspoons of me e/o di Sweet as a Candy), di scrivere un post incentrato sulla colazione, per fornirti ottimi spunti per regali rivolti a un’amica che sta per festeggiare il compleanno o sta inaugurando una casa tutta nuova.

accessori-colazione1. 6 tazze a pois e checked su Livingo.it.

2. Tovaglioli arancioni e a stripes di Ikea (della collezione Estate 2015 avevo parlato qua).

3. Set di due tovagliette con stampa di Zara Home.

4. Tazza take-away, per gli amanti di Breaking Bad, di Urban Outfitters.

5. Tazza dei “buoni propositi” di Urban Outfitters.

6. Set da 16 posate a pois super colorate su Livingo.it.

7. Set di 6 piattini da dolce in porcellana, della tendenza Vintage Pastel, di Maison du Monde.

Enjoy your breakfast!
Valinautoironica

TAGS

Tre thriller da vedere anche se non dovesse piovere questo week-end

Caro Lettore,
ispirata da questo venerdì 17 ho deciso di consigliarti tre thriller da vedere, scoprendo con stupore di averli un po’ sottovalutati (che poi non capisco proprio come sia possibile, io li amo perché mi infondono tranquillità).
The Resident e Ossessione omicida, non sono solo i due più recenti della lista ma ruotano intorno alla storia di una donna che, in entrambe le trame, finisce per essere perseguitata dall’uomo folle di turno. Uno sconosciuto alla porta l’ho scelto perché è anni Novanta, mi ricorda una bellissima Melanie Griffith ed è ambientato a San Francisco, in una di quelle graziose casette in salita. In tutti e tre i film il protagonista indiscusso è la casa. Let’s start.

The resident
The Resident
Uno sconosciuto alla porta
Uno sconosciuto alla porta
Ossessione omicida
Ossessione omicida

The Resident di Antti Jokinen (2011) perché ero curiosa di vedere Hilary Swank in un bel thriller. Janet, dopo aver scoperto il tradimento del fidanzato, si trasferisce a Brooklyn e inizia a uscire con il suo padrone di casa. Quel loft nasconde e alimenta un’inquietante ossessione. Da brividi.

Uno sconosciuto alla porta di John Schlesinger (1990) perché questo è l’anno di rinascita di Michael Keaton (lo hai visto Birdman?) che in questo film interpreta Carter Hayes, un affittuario che non è per niente tranquillo e che sconvolgerà tutti i piani dell’affiatata e innamorata coppia Patty-Drake. Da vedere anche per ammirare i jeans a vita alta della Griffith indossati con giacca e t-shirt.

Ossessione omicida di Sam Miller (2014) perché quando un affascinante sconosciuto bussa alla porta di casa, in una serata tempestosa, bisognerebbe capire, sin da subito, che porta con sé una storia sinistra e una vendetta da portare a termine. Terri lo accoglierà in casa  e la sua vita cambierà completamente.

Enjoy the movie!
Valinautoironica

TAGS