Tre film ambientati a scuola da vedere anche se non dovesse piovere questo week-end

Caro Lettore,
in tutta onestà a scuola non tornerei, soprattutto alle Superiori. Amo però tutti quei film girati a scuola (vedi qui per quelli ambientati al college). Tra i banchi di scuola prendono vita pellicole impegnate (La Classe o Freedom Writers), divertenti (School of Rock), leggere (Easy Girl), romantiche (Mai stata baciata, Kiss me, Sixteen Candles e Breakfast Club), iconiche e quindi indimenticabili (L’attimo fuggente ne è un chiaro esempio).
Come ogni venerdì ne ho scelti tre, se ne stessi cercando altri ti consiglio di dare una veloce lettura alla Top 10 degli School movie e alla lista di Cine Review. Let’s start.

il rosso e il blu film
Il rosso e il blu
half nelson film
Half Nelson
Election film
Election

Il rosso e il blu di Giuseppe Piccioni (2012) perché è un film che ha tre figure portanti: la giovane preside nei panni dell’amabile Margherita Buy, il supplente idealista (Riccardo Scamarcio) e il cinico professore di arte (il bravissimo Roberto Herlitzka). La cultura e i problemi della società attuale si incontrano e si scontrano.

Half Nelson di Ryan Fleck (2006) perché prendi un Ryan Gosling nei panni di un giovane professore di storia, ma dipendente da crack, che crea un legame particolare con la sua alunna Drey e ne viene fuori un film stupendo. Entrambi soli, disillusi e forse irrecuperabili. Gosling è fantastico, così fantastico da ottenere la sua prima candidatura agli Academy.

Election di Alexander Payne (1999) perché è divertente e spensierato con un folle Matthew Broderick e un’arrivista Reese Witherspoon. Una guerra senza esclusione di colpi per la posizione di Presidente del Consiglio Scolastico. Una nomination per Payne prima della vittoria con Sideways.

Enjoy the movie!
Valina

TAGS

Tre commedie romantiche degli anni Novanta da vedere anche se non dovesse piovere questo week-end

Caro Lettore,
indimenticabili sono le commedie romantiche degli anni Novanta e se con la pioggia, qualche candela e un’enorme scatola di pop corn decidessi di non guardare i tre, scelti da me, ti consiglio di fare un salto sul blog Cinque Cose Belle (le 5 commedie romantiche migliori di sempre) o di seguire la lista dei 10 film romantici più belli degli ultimi venticinque anni di Giovanni De Stefano.
Ho voluto proporti un romantico dalla letteratura inglese e due iconici con una giovane Jennifer Aniston agli esordi.

l oggetto del mio desiderio film
L’oggetto del mio desiderio
ragione e sentimento film
Ragione e sentimento
romantici equivoci film
Romantici equivoci

L’oggetto del mio desiderio di Nicholas Hytner (1998) perché è la storia romantica di Nina che scopre, con il passare del tempo, di essere innamorata di George, il suo amico gay con il quale condivide l’appartamento e a cui chiede di crescere insieme il figlio che sta aspettando. Jennifer Aniston è deliziosa al fianco di Paul Rudd, con cui ha lavorato anche in Nudi e felici del 2012.

Ragione e sentimento di Ang Lee (1995) perché è tratto dal famoso e storico romanzo di Jane Austen in cui gli equivoci sono sempre all’ordine del giorno. Abiti meravigliosi e tante case di pietra con cancello circondate dal verde e da attori come Kate Winslet, Emma Thompson, Alan Rickman e Hugh Grant. Un classico intramontabile.

Romantici equivoci di Glenn Gordon Caron (1997) perché Kate sta disperatamente cercando di salire di grado nell’azienda in cui lavora e per farlo deve dimostrare di essere stabile. Fingerà di essere fidanzata con Nick, un ragazzo che ha conosciuto al matrimonio di una sua amica. Nick vuole seriamente stare con lei mentre Kate è superficialmente presa da Sam (un super Kevin Bacon). Molto romantico.

Enjoy the movie!
Valinautoironica

TAGS

10 cose che mi mancano di Friends

Caro Lettore,
tempo fa si era parlato di una reunion (il cast femminile si è ritrovato al Jimmy Kimmel Live) poi di un film che non si è concretizzato. Sono trascorsi 20 anni dalla prima messa in onda di Friends (22 settembre 1994 su Nbc) e Lisa Kudrow ritorna su HBO con la serie The Comeback (dal 9 novembre) mentre per l’anniversario, l’iconico Central Perk è stato ricostruito e aperto fino a tempo determinato al 199 di Lafayette Street nel quartiere di Soho a Manhattan. Mentre attendo di vedere Jennifer Aniston senza trucco nel drama Cake che profuma di statuetta (uscita prevista nel 2015), ecco le 10 cose che mi mancano di Friends.

friends telefilm

1. La scena iconica del tacchino e le innumerevoli feste del Ringraziamento.

2. I pantaloni tartan over o stretch di Rachel e il gipsy style di Phoebe.

3. Gli abiti da sposa. Rachel entra a Central Perk per la prima volta indossando un abito bianco e Monica e Phoebe giocano al lancio del bouquet in casa sentendosi incredibilmente felici e appagate.

4. Il divano in velluto color caramello e le tazze di Central Perk.

5. Le gag di Joey e il biliardino.

6. Il primo bacio di Ross e Rachel.

7. I cappotti di Phoebe e la sua canzone “Gatto rognoso”.

8. La versione teen di Rachel e Monica accompagnata da due dettagli fondamentali: il naso della prima e i chili in più della seconda.

9. I jokes di Chandler Bing, la paleontologia di Ross e la strana famiglia di Phoebe. I tappi dei pennarelli di Monica e le poltrone nere di Joey e Chandler.

10. Le foglie autunnali di New York come cornice delle partite di rugby.

A te cosa manca di Friends?
Valinautoironica

TAGS

Tre film ambientati a Berlino da vedere anche se non dovesse piovere questo week-end

Caro Lettore,
mi sono innamorata di Berlino. Il mio viaggio, attraverso i colori della città, te l’ho raccontato qui (su Valinapostit) con le istantanee scattate tra i vari quartieri.
Berlino è una città sveglia che con la sua arte, nelle gallerie e di strada, ti sconvolge e ti stordisce. In Italia siamo abituati ai capolavori ma poco alla creatività che prende vita sui muri delle facciate dei palazzi. Ogni paese ha la sua storia, ogni paese ha la sua caratteristica che riportiamo con noi in valigia al momento del ritorno.
Ho deciso di dedicare la rubrica dei film a Berlino (tra due giorni ricorre l’anniversario della caduta del muro) con tre movies ambientati interamente nella capitale tedesca. Let’s start.

good bye lenin
Good bye, Lenin!
oh boy un caffe a berlino film
Oh Boy – Un caffè a Berlino
Unknown-senza identita film
Unknown – Senza identità

Good bye, Lenin! di Wolfgang Becker (2003) perché è uno dei migliori film del cinema tedesco. Ruota intorno alla figura della madre Christiane e attraverso i suoi occhi, viviamo una Berlino divisa e poi unificata (a sua insaputa). Vincitore di molti premi, è il film adatto per comprendere una storia che fu.

Oh Boy – Un caffè a Berlino di Jan Ole Gerster (2012) perché è possibile ammirare strade, caffè e atmosfera berlinese in black and white. La storia di Niko Fisher che non sta attraversando un buon periodo: niente patente, addio università e assegno mensile del padre.

Unknown – Senza identità di Jaume Collet-Serra (2011) perché è il classico thriller mozzafiato con Liam Neeson. Il Dr. Martin Harris si risveglia dal coma e scopre che la sua identità gli è stata sottratta. La moglie, l’incantevole January Jones finge di non conoscerlo e sarà la stupenda Diane Kruger ad aiutarlo. Tensione a Berlino.

Enjoy Berlin!
Valinautoironica

Per vedere alcuni film ambientati a Londra clicca qui, Los Angeles qui, Parigi qui, Milano qui e Las Vegas qua.

TAGS

6 film horror da vedere per Halloween

Caro Lettore,
ho deciso di fare un recap dei film horror di Cabinarmadio perché non è Halloween se non riesci a gustarti sul divano un terrificante e storico film di paura. Ne ho scelti sei per cercare di accontentare più di un cinefilo.

film horror da vedere

1. So cosa hai fatto era nella categoria dei Film horror degli anni Novanta. Un classico imperdibile.

2. You’re next era nella categoria dei Film horror estivi. Lievemente splatter ma ben articolato.

3. IT era nella categoria dei Film per Halloween dello scorso anno. Pennywise ha traumatizzato la mia infanzia, forse anche la tua? Grazie a lui però ho scoperto Tim Curry.

4. At the end of the day era nella categoria dei Film per Halloween (parte 1). Un gruppo di amici e un bosco, devo aggiungere altro?

5. 28 giorni dopo era nella categoria dei Film horror da vedere. Uno dei film horror più belli in circolazione, diretto da quel genio di Danny Boyle.

6. Quella casa nel bosco era nella categoria dei Film horror da vedere. I teenagers americani devono sempre trascorrere il fine settimana nel bosco.

Happy Halloween!
Valinautoironica

TAGS

Valentino e Zara migliori amici mai?

Caro Lettore,
quando ho visto la camicia di Zara con le farfalle il primo pensiero è andato a Valentino. Pierpaolo Piccioli e Maria Grazia Chiuri hanno realizzato una collezione (autunno inverno 2014-15) che si ispira alla Pop Art italiana con lunghe cappe con uccelli ricamati e camouflage di farfalle.
Le farfalle diventano le protagoniste indiscusse di due camicie che appartengono a due brand molto lontani, solo per oggi un po’ più vicini.

camicia con farfalle di Valentino e Zara

La camicia di Valentino è modello pigiama in twill con vestibilità over, spacchi laterali e chiusura con bottoni mentre quella di Zara è più corta con collo chemisier.
Potrebbe essere una valida alternativa?
Valinautoironica

Per altri post della rubrica …migliori amici mai? clicca qui (Tod’s e Zara), qui (Chanel e Zara) e qua (Zara e Dolce & Gabbana).

TAGS

11 accessori per Halloween

Caro Lettore,
tempo fa avevo dedicato un post ai costumi di Halloween per famiglia o bambini e un altro su come decorare casa ma oggi mi sono voluta soffermare sui dettagli di un outfit e della tavola. Aggiungo che sono interessantissime, come sempre, le idee di Oh Happy Day che per l’occasione ha mostrato come realizzare, in casa, dei graziosi palloncini fantasma e delle maschere divertenti usando dei semplici piatti di carta. Per decorare casa ti consiglio inoltre di curiosare in questo post di Cupcakes & Cashmere mentre se non sai ancora come vestirti, per andare a una festa o girellare per le strade della tua città, ecco i 10 costumi last-minute di Teen Vogue (se sei fan di Instagram non dimenticare di immortalare i tuoi costumi e di taggarli con #hallowTeenVogue, potrebbero esser scelti dallo staff di Teen Vogue e pubblicati il 1 novembre).
Ecco invece gli 11 accessori scelti da me.

oggetti e accessori per Halloween

1. Pochette a diavoletto di Asos.

2. Occhiali da sole a forma di zucca di Asos.

3. Borsa a forma di gatto di The WhitePepper.

4. Venti ragni adesivi di Tiger.

5. Guanti in pizzo di Asos.

6. Piatti con fantasmi e bicchieri di Tiger.

7. Filo di luci a forma di gatti neri di Urban Outfitters.

8. Maschera da zucca di Asos.

9. Maschera in velluto di H&M.

10. Venti cannucce fantasia di Sweet Lulu.

11. Forchette e tovaglioli di Halloween di Sweet Lulu.

Happy Halloween!
Valinautoironica

TAGS

7 regali per un un’amica che ama Oscar de la Renta

Caro Lettore,
quanto mancherà al mondo della moda Oscar de la Renta? Tantissimo! Per questo i 7 regali per un’amica che ama… li ho voluti cercare tra le sue creazioni, sia capi di abbigliamento sia oggetti e accessori per la casa (la linea Oscar de la Renta Home fu inaugurata nel 2002, ispirata alle sue tre residenze, a New York, nella Repubblica Dominicana e nel Connecticut).
Per sapere qualcosa in più sulla sua storia, per vedere qualche fotografia e ricordarlo attraverso le parole di chi lo ha veramente conosciuto, ho scritto ieri questo post.

vestiti e accessori di Oscar de la Renta

1. Cornice Gardenia.

2. Abito floreale.

3. Orecchini a clip.

4. Box clutch.

5. Flat shoes con applicazioni in cristallo.

6. Tappo con dettaglio fiocco.

7. Volume sullo stile e la storia di Oscar de la Renta.

Valinautoironica

TAGS

Tre film romantici (parte 3) da vedere anche se non dovesse piovere questo week-end

Caro Lettore,
oggi pomeriggio stavo osservando le statistiche di Google Analytics e nella lista dei post più letti, di Cabinarmadio, spicca senza ombra di dubbio la rubrica dei film. Una categoria in particolare raggiunge il terzo posto in classifica: i film romantici.
Ho deciso di dedicargli una terza parte (parte 1 e parte 2) perché sono quelli che ci fanno sognare di più. Ne ho scelti, come sempre, tre: un classico intramontabile terribilmente triste, una new entry dal sapore moderno e uno divertente con una trama soft ma con un cast composto da ottimi attori. Let’s start.

Autumn in New York film
Autumn in New York
A case of you film
A case of you
letters to juliet film
Letters to Juliet

Autumn in New York di Joan Chen (2000) perché lo abbiamo visto tutti, lo so. Impossibile non riguardarlo visto che è autunno, New York è incantevole, Winona Ryder è un’icona con la I maiuscola degli anni Novanta, Richard Gere è Richard Gere. Malgrado le critiche li abbiano identificati come la peggior coppia cinematografica di sempre, io riesco a piangere tutte le sante volte che lo trasmettono in televisione.

A case of you di Kat Coiro (2013) perché Evan Rachel Wood è una grande attrice (Thirteen, Across the Universe, Basta che funzioni, Le idi di marzo) e la storia che si racconta nel film è piuttosto convenzionale ma piacevole. Sam si finge ciò che non è per piacere e far innamorare Birdie. Cosa succederà quando lei scoprirà la verità?

Letters to Juliet di Gary Winik (2010) perché è ambientato a Verona e il cast è in parte anche italiano. Vanessa Redgrave, per la quale nutro grande ammirazione, è sempre deliziosa e nel film affianca Franco Nero, l’amore della sua vita. Una lettera, una risposta e la ricerca di un amore perduto.

Enjoy the movie!
Valinautoironica

Sui film d’amore ho pubblicato anche un post su quelli ambientati a Londra.

TAGS

4 idee per una scrivania

Caro Lettore,
da quando vivo in trenta metri quadrati (spazio a cui ho dedicato anche una categoria in valinapost.it) inizio a sentire la mancanza di una scrivania e non è solo per una questione di praticità. L’angolo scrivania è un luogo tutto tuo dove poter lavorare o studiare e quindi merita cura e attenzione ai dettagli. Non ti nascondo che sogno ardentemente uno spazio scrivania da arredare, in fondo lo desidera anche la mia schiena.

Pinterest è senza ombra di dubbio il social che offre quantità illimitate di fonti d’ispirazione soprattutto in ambito casa. Proprio lì sono riuscita a trovare tante idee per la casa attuale e futura e per questo post dedicato alle scrivanie. Inserendo Desk ideas in alto, nello spazio “Search”, potrai ammirare molte altre immagini.

idee per una scrivania

A. Scrivania molto originale fai da te dal blog Desire to Inspire.

B. Scrivania minimal dal blog Inspiratie voor je interieur.

C. Scrivania personalizzata con la stampa delle fotografie di Instagram dal blog IHeartOrganizing.

D. Scrivania ricca di dettagli dal blog Cupcakes and Cashmere.

Divertente anche la versione di Handy Father che realizza una scrivania utilizzando una vecchia porta. Come è la tua scrivania?
Valinautoironica

TAGS