Pieghe, pleats o plissé per un ventaglio primaverile

È importante che la giornata prenda una piega giusta. Inizio così perché oggi voglio parlarvi di pieghe, pleats o plissé, altro artifizio di questa primavera estate 2012. Elegante, teatrale, il plissé rende prezioso ogni abito, gonna o camicia che sia e sarò costretta ad introdurlo perché voglio assolutamente farlo entrare in valigia in un prossimo viaggio. Le pieghe formano un ventaglio vivace, bramoso di novità e dobbiamo usarlo per rinfrescarci un po’, per me e per tutti quelle che necessitano di bere a colazione succo di novità.
Chloé lo divora tra le sue gonne e qualche abito più o meno lungo, per Prada è un cavallo vincente, per Bottega Veneta è un’euforia di colori che spero trascini anche voi. Tra le ante dei miei ricordi ho ben visibile un gonna rossa a pieghe, un regalo di mia madre che mi rendeva una bambina sbarazzina e come oggi piena di sogni (mia madre ci ha sempre visto lungo sul guardaroba, io non proprio dato che i primi anni universitari ero oscena, ma abbiamo tutti qualche scheletro nell’armadio no?). Poi a New York mi sono innamorata di un vestito a pieghe che non ho acquistato… (regola 1 del viaggiatore intelligente: comprare tutto quello di cui ci innamoriamo perché una volta tornate a casa chi lo ritrova più quel vestito!).

Well, direi che con gli aneddoti oggi ho un po’ esagerato quindi vi mostro gli abiti che ho scelto questa volta:  Prada e Chloé primavera estate 2012.
Buona giornata e viaggiate viaggiate viaggiate!
Valinautoironica

TAGS