Tag: green carpet

La mia seconda eccezione è la notte degli Oscar 2012

Se la mia prima eccezione è stata Whitney Houston, la seconda è una meravigliosa notte degli Oscar. Questa volta in cabinarmadio vorrei la registrazione di una notte degli Oscar e perché non questa 84esima edizione? Proprio ieri sera è stata la notte di quelli che non avevano certo bisogno di dimostrare qualcosa in più vincendo un Oscar, la loro carriera era già alle stelle e la loro bravura è indiscutibilmente “iconica”.
Meryl Streep era su quel red carpet una leggiadra donna da record (17 le sue candidature) vestita in un abito total gold di Lanvin (abito green realizzato in fibra eco) con i capelli raccolti e il suo sorriso indimenticabile. Vince senza meravigliare nessuno forse neanche se stessa, lei che con la sua Margaret Thatcher in The Iron Lady, aggiunge un altro “it-movie” nel suo armadio e anche nel nostro. Christopher Plummer gioca con la sua statuetta e mi ricorda che non è mai troppo tardi per conseguire qualcosa o per essere miracolosamente bravi o come in questo caso, per vincere un Oscar. Magico nella sua interpretazione, Beginners è un film da vedere e da amare proprio perché è su come si possa imparare ad amare un compagno o un padre, sulla paura di farlo e su tutte le difficoltà del caso.

Loro due sono stati a mio avviso le colonne portanti di questa serata senza però dimenticare il meraviglioso The Help e la sua vincitrice Octavia Spencer. In realtà dopo la visione di “The Help” si ha un po’ l’impressione di sentirsi migliori, è un film buono in tutti i sensi e le lacrime sono un obbligo.

Se mi soffermo in zona red carpet, oltre a Meryl Streep non posso non citare Michelle Williams (abito Louis Vuitton). Molti gli abiti degni di nota, da quello di Angelina Jolie (Atelier Versace) a quello di Rooney Mara (Givenchy) e Gwyneth Paltrow (Tom Ford) ma Miss Williams era magica. La sua compostezza mi colpisce così come la sua discrezione, lei che non cerca i fotografi, lei che sembra una timida a metà. Sono sicura che la rivedremo presto.
Valinautoironica

TAGS